Art Market News #7

di Camilla Rota e Francesca Sinagra

Sotheby’s Londra

Il 13 Aprile 2021 alle 14:00 si è chiusa l’asta online di Sotheby’s “Contemporary Curated” curata da Russell Tovey, attore britannico che negli anni è diventato collezionista. La vendita ha riunito artisti affermati e nomi meno noti, Damien Hirst, Wolfgang Tillmans, Andy Warhol, Shirazeh Houshiary, Jon Rafman e Katharina Fritsch, per citarne alcuni. Il record d’asta va, senza molti colpi di scena, a “Laugh Now” di Banksy che, stimato in un range tra 400.000 £ a 600.000 £, raggiunge 862.000 £.Ad ogni modo, il lotto su cui vale la pena soffermarsi è il numero 27, “The Wave”, che partito da una base d’asta di 120.000 £ – 180.000 £, viene battuto infine per 680.500 £: l’opera di Rashid Johnson era proprietà della collezione del barone e della baronessa Guy e Myriam Ullens De Schooten e proviene dalla Galleria David Kordansky di Los Angeles. La performance complessiva dell’asta è tuttavia discutibile: molti sono stati gli invenduti, e non si parla esclusivamente di artisti minori ma anche di nomi come Jannis Kounellis, Thomas Houseago,  Yoshitomo Nara, dei fratelli Jake e Dinos Chapman e Niki de Saint-Phalle. 

RM Sotheby’s

RM Sotheby’s ha organizzato un’asta di beneficienza online, in collaborazione con Porsche Schweiz. Oggetto dell’asta era un unico lotto: una Porsche Taycan 4S Artcar che Richard Phillips ha fatto diventare la sua tela applicando il dipinto del 2010 intitolato “Queen of the Night” ispirato all’opera del leggendario paesaggista svizzero Adolf Dietrich. Il trasferimento dell’opera sulla prima auto sportiva completamente elettrica del marchio, è stato realizzato dalla società tedesca SIGNal Design, questa ha trasferito l’idea dell’artista newyorkese sulla Taycan attraverso una stampa su vinile applicata attraverso pistole a caldo. Il ricavato, pari a 200.000 $, è stato devoluto all’organizzazione no-profit svizzera Suisseculture Sociale come forma di sostegno per gli artisti che hanno dovuto affrontare le difficoltà causate dalla pandemia. 

Christie’s Londra

Christie’s Londra ha tenuto dal 17 marzo al 7 aprile un’asta online dedicata alla Calligrafia. “Christie’s Calligraphy: Art in Writing” celebra attraverso quest’asta un migliaio di anni di tradizione della calligrafia di scrittori, artisti e professionisti dal periodo islamico classico ai giorni nostri. I lotti esposti compongono una vasta gamma di oggetti che vanno dai manoscritti classici, oggetti di scultura moderna e contemporanea e dipinti provenienti dal Medio Oriente, Egitto, India, Pakistan, Cina ed Europa. I lotti salienti includono opere di artisti contemporanei come Mohammed Ali Talpur e Dia Azzawi, due sculture del Dr. Nassar Mansour e opere del maestro persiano ‘Imad al-Hasani. Sorprendentemente, l’opera che ha raggiunto il prezzo più alto, triplicando quasi la stima minima considerata, è stata “A Genealogical scroll (Silsilanama)” battuta per 27.500 £. Segue con un prezzo degno di nota il lotto n°19 “Two Circus Acrobats”: stimato dai 15.000 £ ai 20.000 £, è riuscito a raggiungere la stima massima. Il terzo lotto più costoso è un “Qur’an” del XVI-XVII secolo, battuto per 18.750 £. 

Christie’s New York 

Il dipartimento New York di Christie’s ha annunciato l’asta online di fotografia di Ansel Adams e il West americano dal 25 marzo all’8 aprile. In contemporanea, il 6 aprile si è tenuta un’asta dal vivo di fotografia al Rockefeller Center, una vendita monografica online incentrata sul lavoro di uno dei più importanti e rinomati fotografi del XX secolo. Il fotografo statunitense ha avuto la capacità di catturare in maniera unica e indimenticabile paesaggi americani, trasmettendo a chi li osserva tutto il suo amore per la natura. Alcuni lotti provenivano dal Centro Tucson dell’Università dell’Arizona di cui Adams era membro fondatore, per questo motivo il ricavato di 806.250 $ andrà a costituire un fondo per il Centro.  Il record d’asta lo detiene il lotto n° 11 “Moon and Half Dome” di Ansel Adams, battuto per 106.250 $.  Al secondo posto invece troviamo il lotto n° 3 “The Tetons and the Snake River” che ha superato notevolmente il prezzo di stima tra i 20 e i 30 mila $, raggiungendo il prezzo di 56.250 $. 

Art Curial

Tenutasi l’8 aprile, l’asta “Chanel Vintage Online” di Art Curial, ha raccolto un complessivo di  260.587 €. Tra i ben 306 lotti figuravano orologi, gioielli, iconiche borse, capi d’abbigliamento e molti altri accessori, alcuni dei quali “VIP gift”, come la borsetta MINAUDIÈRE, in plexiglas perlato raffigurante una conchiglia, venduta per 715 €. Il protagonista dell’asta, tuttavia, è stato il lotto n° 205, un Be@rbrick articolato in plastica stampata che indossa un iconico abito firmato dal marchio francese: MEDICOM X CHANEL  (edizione limitata) ha raggiunto infatti i 19.500 €. Il secondo miglior prezzo se lo è aggiudicato la rara bambola “La petite Coco” con Mademoiselle Chanel, creata in occasione della riapertura del negozio Chanel di Soho a New York del 2010 che, stimata tra i 2.200 € e 4.200 €, è stata battuta per 7.800 € . 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.