Denise René

di Camilla Rota e Francesca Sinagra

Denise René (Parigi, 1913 – 2012) si afferma nel panorama artistico grazie alla sua innata intraprendenza che la guida nell’esposizione dei maestri del periodo prebellico e dei nuovi artisti che reinventano l’Ecole de Paris.  Affascinata dall’astrazione geometrica prima e dal cinetismo poi, ritiene che l’arte per esistere debba inventare nuove strade. Affianca la non figurazione di Manessier, Estève o Bazaine alle ricerche informali di Fautrier o Dubuffet convinta che l’emozione nasca dall’accostamento di forme e colori.  Riunisce, in un dialogo generazionale, pionieri della prima generazione astratta come Arp, Magnelli, Sophie Taeuber e Herbin ai neofiti Vasarely, Jacobsen, Dewasne o Mortensen.  Con la mostra “Le Mouvement” del 1955 sancisce il suo ruolo all’interno del mercato artistico, dimostrando che “l’art est d’abord affaire de choix”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.