Art Market News #10

di Camilla Rota e Francesca Sinagra

La succursale di Linz di Dorotheum ha tenuto, il 4 maggio 2021, l’”Asta di primavera” con ben 466 lotti.  Caratterizzata da una grande varietà di artisti, l’asta includeva dipinti, tappeti, libri e vari oggetti di design; tra questi il lotto con stima più alta era il numero 103, firmato Fritz Aigner, che partito da una base d’asta di 34.000 € ha poi raggiunto 69.050 €. Grande protagonista anche Hermann Nitsch, del quale sono state vendute sei opere a prezzi piuttosto modesti, in particolare il lotto n. 77 ha raggiunto 24.050 € partendo da una stima tra i 19.000 € e i 25.000 €.  Tra i lotti c’erano anche alcune serigrafie e litografie di Andy Warhol, precisamente il lotto n. 43, “Marilyn Monroe – Large Invitation Card” autografato del 1981 è stato battuto per 5.760 €. Sempre di litografia si parla per il lotto n. 49, un Keith Haring intitolato “Windsufing” autografato e numerato “41/250”, venduto per 5.120 €; firmato dall’esponente della Pop Art americana anche il lotto n. 87 “Currency Bill”, una banconota da 1000 marchi su cui sono disegnati due delfini con pennarello, venduta per 4.608 € .  Da citare anche due fotografie nelle quali Bert Stern cattura una “Marilyn with Pearls”, dalla serie: “Marilyn Monroe. The Last Sitting, 1962” battute per 4.608 € e 1.408 €.

Bonhams New York ha organizzato “Modern & Contemporary African Art” completamente dedicata ad artisti provenienti da Senegal, Etiopia, Nigeria, Congo e da tutto il Sud Africa. Spiccano per prezzo le opere di Alexander “Skunder” Boghossian, figure astratte dipinte con precisione grafica e manualità di linea creare dei disegni totemici; i colori, le linee e le forme che invocano mito e magia e, sicuramente, mostrano come Skunder fosse affascinato dal vernacolo del pensiero intellettuale africano. Proprio a tal proposito sorprende la performance di “Union” del 1966, che, nonostante la stima tra 150.000 $ e 200.000 $, passa invenduta. Il lotto n. 34, “Zulu Girl with Cocks”, è firmato Irma Stern, battuta per 150.312 $ : sono i colori fiammeggianti a rendere l’opera altamente espressiva. 

La sede di Londra invece ha tenuto un’asta dedicata a stampe, poster, chitarre e oggettistica varia del mondo dell’intrattenimento del secondo Novecento intitolata “Entertainment Memorabilia”.  Erano presenti ben 317 lotti provenienti dalla Collezione Harvey Goldsmith e dalla Collezione Iain Macmillan; tra questi quello con stima più alta era il numero 297, “The Beatles / John Lennon”, un importante gruppo di documenti tra cui i permessi di John Lennon relativi allo storico viaggio dei Beatles ad Amburgo, stimato per £ 120.000 e £ 140.000 ed infine battuto per 137.750 £. Degna di nota è, senza dubbio, la fotografia di Brian Duffy (lotto n. 176) che riprende David Bowie per quella che diventerà l’iconica e rivoluzionaria copertina dell’album Aladdin Sane; battuta all’asta per 8.925 £.

Sotheby’s Parigi ha presentato “Daniel Cordier, Collection privée”, un’asta composta da 285 lotti provenienti dalla collezione di Daniel Cordier, noto combattente della resistenza, spia, scrittore e, non meno rilevante, mercante d’arte. Tra i lotti spiccano nomi quali Marcel Duchamp, Arman, César, Christo e molti altri artisti difesi e ammirati da Cordier.  La stima più alta è quella della “Royal Column” di Louise Nevelson, che parte da un range tra 30.000 € e 50.000 € e raggiunge i 94.200 €. Uno dei lotti con performance migliore è tuttavia “Neuf moules Malic”, una collotipia di Marcel Duchamp che, partendo da una base minima di 20.000 €, viene infine battuto per 113.400 €. Ottima performance anche per il lotto n. 42, una “Silverware compression” di César che stimata tra i 6.000 € e 8.000 € arriva a più del doppio toccando i 30.240 €. Partono da una stima piuttosto bassa anche “Untitled” di Christo (base d’asta 3.000 €), un pannello eseguito in tecnica mista nel 1959 e il lotto n. 4 “Untitled” di Arman (base d’asta 4.000 €), un intreccio di mani di manichini; battuti infine rispettivamente per 44.100 € e 13.860 €. Da citare è l’ottima performance del lotto n. 231 “The Hanging (Hanging Man)” di Alfonso Ossorio, che partito con una stima tra i 30.000 € e 50.000 € alza il suo valore arrivando a 277.200 €.

Sotheby’s Hong Kong ha organizzato invece “Handbags and Accessories Online”, un’asta per la quale erano stati selezionati straordinari esemplari di borse e accessori firmati Hermès, Chanel e Louis Vuitton. Protagonista dell’asta è stata la Birkin Faubourg in edizione limitata, che, stimata 800.000 – 1.000.000 HKD è stata poi venduta per 1.386.000 HKD (148.130,17 €).

Sempre parlando di accessori, non si può non citare l’asta tenutasi da Christie’s il 30 aprile: la casa d’aste ha infatti battuto a 125.000 £ le scarpe indossate dal calciatore Lionel Messi quando, il 22 dicembre 2020, ha segnato il suo 644esimo gol per il Barcellona, battendo uno dei più grandi record del calcio. Le scarpe sono state autografate e donate da Lionel Messi e sono state vendute a sostegno del programma “Art and Health” dell’ospedale Vall d’Hebron.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.